introduction Le chateau Il Castello Das Schloss The Castle Het Kasteel El Castillo Landwirtschaftsschule Boerderij-School Fattoria-scuola Granja-Escuela Ferme-ecole Agricultural college Las Caballerias De Paardenfokkerij Gli Haras Le haras The Stud Das Gestüt Videos des chevaux Historique du parc Storia del Parco Het Park Historia del Parque Historic of the park Geschichte des Parks Empfänger Appaltatori prestatarios Contractanten Contractors Prestataires Tariffe Tarieven Tarifas Tarife Prices Liens

Select your language
Le chateau de Martinvast
Domaine de Beaurepaire
50 690 MARTINVAST

Tel : 02 33 87 20 80
    Il primo Castello fu distrutto nel corso della guerra dei Cento anni e ricostruito fra il 1579 e il 1581 da Barthole du MONCEL, con un'ala compresa fra due grandi padiglioni quadrati prominenti e dotati di bastioni. Delle costruzioni medievali preesistenti, esso non conserva che il torrione. A quel tempo era circondato da fossati e paludi. Fra il 1820 e il 1867, uno dei discendenti, il Conte Alexandre du MONCEL, maresciallo di campo e Pari di Francia, lo restaurò per renderlo abitabile e gli aggiunse quattro torri ; inoltre, fece sopprimere i fossati e prosciugò le paludi.

    Nel 1867, il castello fu venduto al Barone Arthur de SCHICKLER, banchiere della famiglia reale di Prussia a Berlino, che lo trasformò in castello neogotico, con l'aggiunta di una galleria medievale a nord e l'edificazione di un'ala nello stesso stile che collegava il torrione alla costruzione del XVI secolo. L'Architetto incaricato di questa trasformazione fu l'inglese William Henry WHITE che aveva realizzato a Parigi numerosi edifici e aveva anche ricostruito il castello di BIZY a Vernon per conto del Barone Fernand de SCHICKLER, fratello di Arthur.



    Nel 1944, la costruzione del XVI secolo venne interamente bruciata da una bomba incendiaria inglese, mentre una bomba americana distruggeva la metà dell'ala neogotica costruita nel XIX secolo. Subito dopo la guerra, la contessa Hubert de POURTALÈS, figlia del Barone Arthur de SCHICKLER, liberò dalle rovine la parte neogotica ancora intatta. Ma bisognerà attendere il 1962 con l'acquisizione del castello da parte di suo nipote, il Conte Christian de POURTALÈS-SCHICKLER, per vedere iniziare in un primo tempo, nel 1967, il restauro dell'ala est del Castello del XVI secolo, poi a partire dal 1995, la costruzione di una galleria di collegamento destinata a unire quest'ala con
la parte intatta del Castello del XIX secolo.



    E' così che il Castello di MARTINVAST ritrova poco a poco il suo splendore di un tempo, mentre il territorio circostante è ugualmente oggetto di cure costanti, come un vero gioiello in uno scrigno di verde. Di fronte all'antico Castello del XVI secolo la vista spazia sull'Obelisco, probabilmente sistemato dal Conte Alexandre du MONCEL, per utilizzarlo come "gloriette". Destinato ad essere visto da lontano, è eccezionalmente elevato ; le sue quattro facce triangolari sono disseminate di oculi simili a quelli della fattoria-scuola. Una scala interna permette di salirvi. Più a est si scorgono, fra gli alberi del parco, le rovine dell'antico Mulino a Vento, che sfortunatamente ha perso il tetto e le ali.




©2017-2018 CHATEAU MARTINVAST tous droits réservés

systeme de creation de site internet - voir le simplysitclsystem concepteur de solutions web referencement professionnel